Tel. 051-63.52.911

Auser Bologna News

Associazione di Volontariato per l'AUtogestione dei SERvizi e la Solidarietà

Sostienici

Il Progetto Maquillage va in onda su TV2000

  • Posted by admin
  • 0 Comments

Martedì 30 gennaio alle ore 13.50, nel corso della trasmissione "Siamo Noi" su TV2000 (Canale 28 del digitale terrestre), andrà in onda un servizio dedicato al Progetto Maquillage, l’iniziativa promossa da Auser Bologna in collaborazione con ASP, mirata a promuovere il benessere degli anziani ospiti della struttura attraverso la realizzazione di cure e trattamenti estetici.

Ogni lunedì mattina al Centro Servizi Giovanni XXIII, parrucchiere ed estetiste volontarie prestano la loro professionalità e umanità alle anziane residenti e semi-residenti dei vari Servizi.

Le sedute estetiche sono l’occasione per trascorrere insieme ai pazienti ricoverati alcune ore chiacchierando e aiutandoli a prendersi cura del proprio aspetto, a recuperare in questo modo il senso di sé e del valore della propria persona. Col tempo, ed è questo un altro grande valore del progetto, anche tra gli stessi pazienti che assistono o partecipano alle cure estetiche si stabiliscono nuovi rapporti di amicizia e di solidarietà.

Il Progetto Maquillage nacque nel 1999, sotto la presidenza Auser di Edgarda Degli Esposti, per iniziativa di un gruppo di volontarie dell’Auser di Bologna, in particolare di Lia Ancilla Brusa, ideatrice del progetto e appassionata volontaria costantemente impegnata a favore dei più deboli e dell’intera comunità, scomparsa dopo lunga malattia nel marzo 2016.

Rete Benessere - Auser Insieme per una pratica di solidarietà diffusa

  • Posted by admin
  • 0 Comments

Prosegue il percorso di Rete Benessere – Auser Insieme, la nuova associazione di promozione sociale che si è formata quest’estate da una condivisione tra Auser Bologna e SPI CGIL Bologna. Un’iniziativa finalizzata alla creazione di un luogo dedicato ai propri soci per realizzare nel territorio esperienze diffuse di carattere ricreativo e culturale, nell’ambito della promozione del benessere.

Nella nostra società sempre più disgregata e individualista le persone anziane si ritrovano spesso a dover affrontare rischi di solitudine ed emarginazione sociale; anche l’aumento dell’aspettativa di vita, anziché rappresentare un elemento positivo rischia di generare nuove sofferenze. “Per questo motivo pensiamo che si arrivato il momento di rivolgere la nostra attenzione non solo verso chi ha problemi di salute o economici – spiega Valentino Minarelli, Segretario generale SPI di Bologna – perché anche gli stili di vita di coloro che stanno bene vanno salvaguardati. Vogliamo occuparci del benessere delle persone a 360 gradi e non soltanto quando il benessere non c’è più. Vogliamo rilanciare una rete amicale per un sistema di welfare di comunità”. Auser Insieme quindi per promuovere l’invecchiamento attivo all’interno di un ventaglio di attività che aggreghi le persone in incontri storico-culturali, turistici, di prevenzione, educazione che raccontino la memoria e il territorio, anche in termini di difesa dell’ambiente e di adozione di nuovi stili di vita sostenibili. Il tutto garantendo la mobilità e l’accompagnamento di chi non è autosufficiente: “Questo è ciò che Auser Volontariato già sviluppa – precisa Secondo Cavallari, presidente di Auser Volontariato – ma con la nuova associazione Auser Insieme vogliamo raggiungere un altro risultato: fornire tutta una serie di opportunità ai soci. Ciò non toglie che Auser Volontariato continui a gestire le sue attività in convenzione con gli enti locali, realizzando trasporti, servizi e progetti verso i terzi, ma ciò che deve caratterizzare Auser Insieme è la capacità di trasferire l’aiuto e il sostegno delle persone all’interno di questa nuova associazione in cui i destinatari diretti sono i soci”.

Lo stesso collegamento dell’associazione alla rete nazionale di Auser permetterà ai soci di usufruire di una vasta gamma di opportunità presenti n Italia. “Le pratiche positive, e molte già vengono realizzate, vanno diffuse e replicate – afferma Luigi Pasquali, direttore di Auser Volontariato.

Del resto, questo nuovo percorso realizza le parole espresse da Bruno Trentin alla fondazione dell’Auser di oltre 25 anni fa: “C’è bisogno di avere momenti di sperimentazione concreta, di un’attività associata che realizzi una solidarietà tra diversi e non solo rivendichi. Così è l’Auser, un modo per recuperare alla vita attiva migliaia di cittadini pensionati e il mezzo per sviluppare esperienze intergenerazionali, culturali e di svago, in attività collettive organizzate”.

"Le nuove radici": racconti ed esperienze di accoglienza

  • Posted by admin
  • 0 Comments

 Martedì 16 gennaio alle ore 17 al Centro Zonarelli in via Sacco 14 a Bologna vi sarà la presentazione del libro "Jawad dallo psicologo". Il libro scritto dallo psicologo e docente universitario Francesco Campione, racconta la storia difficile di un ragazzino afgano fuggito dal suo paese a causa delle guerra e delle sue difficoltà a ritrovare la fiducia nelle persone.
L'incontro, promosso nell'ambito del progetto San Donato e San Vitale siamo noi, da Auser Bologna e dal Quartiere San Donato-San Vitale, è dedicato a "Le nuove radici": racconti ed esperienze di accoglienza.
Durante l'iniziativa infatti Francesco Campione condurrà anche il racconto dell'esperienza realizzata dai volontari Auser e dagli operatori della Cooperativa Arca di Noè con i richiedenti asilo che partecipano alle attività di cura del territorio, stimolando una riflessione più ampia.

Interverranno:
Simone Borsari, Presidente del Quartiere San Donato-San Vitale
Dino Cocchianella, Direttore Istituzione Serra Zanetti
Secondo Cavallari, Presidente Auser Bologna
Fausto Ameli, Coordinatore Centro Interculturale Zonarelli
Giovanni Melli, Presidente CiviBo

Iniziativa realizzata in collaborazione con:
Istituzione Serra Zanetti, Centro Interculturale Zonarelli, Cooperativa Arca di Noè, CiviBo - Cucine Popolari, Centro sociale Ruozzi

La locandina

Il salotto della stazione: il programma di gennaio e febbraio

  • Posted by admin
  • 0 Comments

Proseguono le attività del "Salotto della stazione" promosso dal Gruppo Auser di Borgo Panigale - Reno, così tutti i giovedì dalle ore 15 alle 17 le persone potranno avere in via Marco Celio 23, all'interno della stazione di Borgo Panigale, un punto d'incontro dove parlare di storia, medicina, di nutrizione. Per partecipare alle attività del salotto, che come ogni salotto che si rispetti sarà fornito di the e pasticcini, occorre avere la tessera di Auser.
Di seguito il programma completo del Salotto.

11 Gennaio
"Pomeriggi d'inCANTO" A cura  di  Gabriella Cioni

18 Gennaio
"Dormi tranquillo", farmaci ansiolitici e igiene del sonno nell'anziano
A cura del Dipartimento Cure Primarie Azienda USL di Bologna. L' incontro si terrà alla Casa della Salute - Via Ercole Na ni, 10

25 Gennaio
Episodi terribili, magici, storici e leggendari di Bologna
A cura di Maria Rosa Bedini

1 Febbraio
"Fiori di Bach", rimedi naturali per il benessere della Terza Età
A cura di Barbara Passini

8 Febbraio
Ciclo di incontri con il "SALOTTO EUROPEO"
Storia, civiltà, cultura e colture...... Attraverso i prodotti, il cibo, l'alimentazione
Degustazione finale di prodotti europei della civiltà della tavola A cura di Franco Mioni

15 Febbraio
Galla Placidia, l'ultima principessa imperiale romana.
A cura di Davide Sacchi

22 Febbraio
"Dietetica e nutrizione clinica"
A cura del Dipartimento Cure Primari e Azienda USL di Bologna
L' incontro si terrà alla Casa della Salute - Via Ercole Nani, 10.

La locandina

logo del progetto

"San Donato-San Vitale siamo noi" anche per il 2018

  • Posted by admin
  • 0 Comments

Il patto di collaborazione tra il quartiere San Donato-San Vitale e Auser di Bologna proseguirà ancora fino a giugno 2018 e comprenderà come volontari anche dei richiedenti asilo politico grazie alla collaborazione con la cooperativa sociale Arca di Noé.

Nel primo anno il patto prevedeva la partecipazione dei cittadini nella cura di alcuni spazi verdi, la realizzazione di eventi di sensibilizzazione e per la ricerca di nuovi volontari, la raccolta e la pubblicazione di narrazioni tramite blog e l'incontro tra le generazioni. Anche se rimangono i sopracitati obiettivi, in questa ripresa del patto c'è però un'importante novità, la presenza dei rifugiati.
"Il Patto di collaborazione di cittadinanza attiva con Auser è un dato significativo - afferma Simone Borsari, presidente del quartiere - l’anno scorso con i ragazzi delle scuole ha rappresentato un grande messaggio educativo ma quest’anno il messaggio è più potente perché coinvolge richiedenti asilo”.
Sono infatti presenti tra i volontari 4-5 richiedenti asilo politico, persone che sono state scelte dall'Arca di Noé, una cooperativa sociale operante nell’ambito del Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati.
Questo aspetto viene anche sottolineato dal Presidente di Auser Bologna Secondo Cavallari che afferma: "Intrecciare l'esperienza dei beni comuni al coinvolgimento di persone fragili conferma i valori che rendono la nostra, un’associazione inclusiva e solidale, in una società in cui l’integrazione è la vera sfida”.
“In questo momento stiamo avendo cura di due giardini – spiega Luigi Fabbri, che assieme a Paolo Barilli sono i volontari Auser che seguono il gruppo – il giardino Più in via Andreini che fa angolo con via San Donato e il giardino Sitta in via del Lavoro”.

I volontari, 6-7 in tutto compresi i rifugiati, si trovano due volte la settimana e per un paio di ore ripuliscono i giardinetti. “E' un modo questo per far vedere ai cittadini che i richiedenti asilo sono utili alla comunità", racconta Fabbri. Per far conoscere questa esperienza avvengono degli incontri con altre realtà sociali del quartiere e, infatti, il progetto è stato presentato dai volontari stessi all'associazione Graf San Donato e al Mercato Sonato.
Grazie alla sensibilità di Giovanni Melli, Presidente dell’associazione Civibo, i richiedenti asilo, prima di svolgere attività possono pranzare e socializzare nella cucina popolare del Centro Italicus di via Sacco 14.
Nel progetto è prevista la pulizia da parte dei volontari di altri due spazi verdi situati nel quartiere - il giardino Ghiberti e il Massarenti-Bentivogli – che partiranno più avanti mentre si stanno cercando altri volontari grazie alla collaborazione del giovane volontario Auser Davide Maiello e di VolaBO, il centro servizi per il volontariato di Bologna.
Un percorso ricco di elementi, soggetti e partner che nel corso dell’anno si arricchirà con un'attività di narrazione collettiva per gli anziani del centro sociale Ruozi di via Castelmerlo, grazie alla collaborazione di Cira Santoro e di Francesco Campione.

Sussidiarietà, partecipazione e collaborazione civica: le prospettive della Riforma del Terzo settore

  • Posted by admin
  • 0 Comments

Sussidiarietà, partecipazione e collaborazione civica: le prospettive della Riforma del Terzo settore. Se ne discuterà martedì 21 novembre alle ore 17 presso l'Urban Center di Salaborsa in piazza Nettuno 3, al seminario promosso dal Forum Terzo Settore Bologna in collaborazione con VolaBO. 
Interverranno Gregorio Arena dell'Università di Trento e presidente di Labsus, Maurizio Mumolo portavoce del Forum Terzo Settore e Roberto Museo, direttore CSVnet.
L’iniziativa rientra tra le attività formative dell’Università del Volontariato ed è a ingresso libero.

Per informazioni:
portavoceforumbo@gmail.com
formazione.corsi@volabo.it
tel. 051521939 - 051340328

locandina

Un bosco in città, anzi in ogni comune

  • Posted by admin
  • 0 Comments

Auser Bologna aderisce a “Un Bosco per la città” l’interessante progetto che nasce dall’idea e dal lavoro di Mario Pianesi, ideatore e presidente dell’Associazione Nazionale ed Internazionale UPM (Un Punto Macrobiotico), che da più di quarant’anni stimola e diffonde una filosofia di rispetto e amore a partire dagli elementi  primi come l'aria, l'acqua, la terra, ma anche i vegetali, gli animali e popoli nativi.

Lo scopo dell’iniziativa è quello di realizzare uno o più boschi all’interno del territorio di ogni Comune e di contribuire a educare le giovani generazioni e tutta la popolazione all’importanza dell’aria e del bosco quale riserva di ossigeno, elemento indispensabile alla sopravvivenza delle specie ed in particolare dell’uomo.

Dal 20 al 24 novembre si svolgerà l’attività di piantumazione del bosco di via Felicina (vicino a Villa Bernaroli - quartiere  Borgo Panigale) con i bimbi di alcune scuole primarie di Bologna.
Chi è interessato a partecipare come volontario all’iniziativa aiutando i bambini nella fase di piantumazione ci può contattare alla email info@auserbologna oppure telefonare allo 051.6352911.

La locandina dell'iniziativa.

logo dell'isola del tesoro

Il centro di Lettura "L'Isola del tesoro" propone un giallo politico con il contributo del professore Giovanni Brizzi

  • Posted by admin
  • 0 Comments

Il Centro di Lettura "L'Isola del tesoro", gestito interamente da volontari Auser, propone per venerdì 10 novembre alle ore 20,45 nella sua sede in via Lame 182/a a Trebbo, un appuntamento con un giallo politico di 1900 anni fa, ovvero la successione di Adriano a Traiano sul trono di Roma.
A raccontare questa pezzo di storia e a renderla appassionante come un romanzo, vi sarà il professore Giovanni Brizzi, noto docente universitario di storia antica.

E' dal 2014 che esiste a Trebbo di Reno "L’Isola del Tesoro", un luogo di lettura, scambio e prestito libri  gestito da volontari Auser.  Lo spazio - situato in via Lame 182/a a Trebbo - è stato dato dal Comune, che ha aiutato a realizzare questo importante progetto, fornendo i locali giusti e impegnandosi nella promozione dell’iniziativa.

Ecco il volantino dell'iniziativa.