Top

Il progetto “Casa Facendo: pratiche per un abitare condiviso” vede AUSER Bologna capofila di una partnership composta da: ANCeSCAO Bologna APS, A.vo.C. – Associazione Volontari del Carcere, Next Generation Italy, Porto 15 APS, Piazza Grande, Babel Tribù.

Il progetto ha ottenuto un finanziamento regionale (DGR 689/2019) nell’ambito dell’Accordo di Programma sottoscritto tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e la Regione Emilia-Romagna ai sensi degli articoli 72 e 73 del d.lgs. n. 117/2017, Codice del Terzo Settore, per il finanziamento e il sostegno di progetti di rilevanza locale promossi da organizzazioni di volontariato o associazioni di promozione sociale.

Il progetto ha una durata di 12 mesi, avviato a Novembre 2019, ha interrotto le sue attività a causa della pandemia da Coronavirus, ed il termine è stato fissato al 31 Gennaio 2021.

 

Le finalità del progetto sono:

  Guardare all’abitare come possibile snodo di welfare generativo, in cui il bisogno abitativo può essere messo in connessione con il bisogno di assistenza della popolazione anziana, il contrasto alla solitudine involontaria di soggetti fragili che affrontano la precarietà e la rottura di relazioni amicali e familiari e i percorsi di costruzione di autonomia;

  Aumentare l’offerta e la capacità di progettazione di soluzioni abitative solidali, migliorando la corrispondenza tra opportunità offerte e bisogni abitativi rilevati;

  Maggiore organicità e sistematicità delle esperienze e delle progettualità attive sul territorio cittadino nell’ambito di pratiche innovative di abitare collaborativo, attraverso una trasmissione delle competenze, della cura e del rafforzamento delle reti;

•  Aumentare sistemi informativi e protocolli operativi condivisi volti a facilitare l’incontro tra domanda di assistenza e offerta di collaborazione, bisogni abitativi e possibilità di sostegno.

L’invecchiamento della popolazione e l’indebolimento dei sistemi di protezione familiare aumentano la pressione sui sistemi di welfare, la cui sostenibilità può essere rafforzata attraverso nuove modalità di condivisione delle risorse abitative  collaborative presenti nelle comunità.

In particolare la questione abitativa interessa bisogni sempre più stratificati e fasce di popolazione molto diverse tra loro per condizione relazionale, socioeconomica e culturale; crescenti gruppi di popolazione rischiano solitudine e isolamento e una parte considerevole del patrimonio abitativo è inutilizzato e inadeguato (Fonte: Piano di zona per la Salute e il Benessere Sociale). L’“abitare” può dunque essere un possibile snodo del welfare generativo: il “bisogno abitativo”, che caratterizza traiettorie di vita sfaccettate, può essere messo in connessione proficua con il bisogno di assistenza delle popolazione anziana, il contrasto alla solitudine involontaria di soggetti fragili che affrontano la precarietà e la rottura delle relazioni amicali/familiari e i percorsi di costruzione di autonomia.

Attraverso la strutturazione di un coordinamento stabile, la formazione e la supervisione costante di volontari e operatori, l’istituzione di un sistema di Info Point sul territorio, si intende aumentare l’offerta e la capacità di progettazione di soluzioni abitative solidali, migliorando la corrispondenza tra opportunità offerte e bisogni abitativi rilevati.

 

CORSO DI FORMAZIONE PER ENTI

a cura di Porto 15

Casa Facendo: pratiche per un abitare condiviso

 

• 10 NOVEMBRE 2020 ore 17.00 – 19.00

IL PERCORSO PARTECIPATIVO

 

• 17 NOVEMBRE 2020 ore 17.00 – 19.00

GLI SPAZI CONDIVISI

 

• 25 NOVEMBRE 2020 ore 17.00 – 19.00

LA COMUNITÀ DI ABITANTI E LA DIMENSIONE ESTERNA

 

Incontri ON-LINE

con ISCRIZIONE OBBLIGATORIA compilando il form a questo link:

https://forms.gle/Qe5o3Wr7euEcWJKT6

 

VOLANTINO FORMAZIONE

AZIONE 3 – INFORMAZIONE DI PROSSIMITA’

Realizzazione di una rete integrata di Info Point che accompagnino all’individuazione di possibili soluzioni abitative basate sull’abitare collaborativo e solidale

Tappe di lavoro:

Individuazione di operatori e volontari, di spazi fisici e modalità on line per l’avvio degli di Info-Point;

 

AZIONE 4 – ATTIVAZIONE ALLOGGI COLLABORATIVI

Attivazione di percorsi di condivisione abitativa favorendo sinergie tra popolazione longeva e non, e cittadini con bisogni abitativi.

Tappe di lavoro:

  Individuazione di soggetti, a carico della partnership, disponibili a sperimentare percorsi di condivisione abitativa;

  Regolamentazione della co-abitazione con sottoscrizione di patti/accordi abitativi;

•  Monitoraggio della sperimentazione.

 

 

 

CRONOPOGRAMMA AGGIORNATO

AZIONE ATTIVITA’ Giugno 2020 Luglio 2020 Agosto 2020 Settembre 2020 Ottobre 2020 Novembre 2020 Dicembre 2020 Gennaio 2021
Azione 1

Mappatura/indagine

Attività 1.1

Ricerca

X X X X X
Attività 1.2

WEBINAR

X
Azione 2

Formazione

Attività 2.1

Sensibilizzazione

X X
Attività 2.2

Formazione

X X X
Attività 2.3

Podcast/Pillole

X X X X X X X
Azione 3

Info Point

Attività 3.1

Risorse umane

X X X X
Attività 3.2

Sportelli

X X X X
Attività 3.3

Comunicazione

X X X X
Azione 4

Attivazione alloggi collaborativi

Attività 4.1 X X X X

 

Per informazioni sul progetto potete scrivere a  progettiauser@auserbologna.it