Top

Per Natale io non sarò a casa

14 Feb

Per Natale io non sarò a casa

Auser Bologna, grazie all’impegno dei volontari del gruppo cultura, ha curato quest’anno la pubblicazione di un libro dedicato al diario di Attilio Romagnoli, un deportato nel lager nazista più segreto.

Attilio Romagnoli era un funzionario statale che dopo aver aiutato degli antifascisti, decise di rinunciare al suo incarico di segretario comunale per non dover obbedire ai tedeschi. Per questo fu rastrellato a Bologna dai tedeschi alla fine di giugno del 1944 e deportato in Germania al lager Mittelbau-Dora, dove si sperimentava e si costruiva l’arma più segreta di Hitler, la V2. In un modo per noi difficilmente comprensibile è sopravvissuto per 13 mesi anche grazie alla scrittura clandestina di un diario che racconta prima di tutto a se stesso ciò che lui e i suoi compagni hanno sofferto nel lager e il lungo ritorno a casa.

Il figlio Archimede, volontario Auser, ha trovato il diario solo dopo la morte del padre.

Condividendo il desiderio di Archimede Romagnoli di far conoscere la storia del padre e di far sapere che cosa lui e tanti altri siano stati costretti a vivere al tempo del nazifascismo, la nostra associazione ha deciso di realizzarne una pubblicazione, di promuovere il deposito del manoscritto presso l’Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano e di presentarlo alla Festa della Storia del 2024.

Con la casa editrice Pendragon è nato quindi il libro Per Natale io non sarò a casa – La testimonianza di un deportato nel campo Mittelbau-Dora. Giugno 1944 – Luglio 1945. Il volume, patrocinato da ANED Bologna, Istituto Storico Parri e Comune di San Lazzaro di Savena, è stato presentato per la prima volta il 28 gennaio 2024 presso la Mediateca di San Lazzaro di Savena, nell’ambito della Giornata della Memoria.

 

       

 

Per far conoscere la storia di Attilio e il suo diario, Auser sta programmando nuove presentazioni del libro e ha attivato “Il diario di Dora”, una campagna di finanziamento collettivo sulla piattaforma Ideaginger.

La raccolta fondi ha l’obbiettivo di sostenere la stampa di ulteriori copie del libro da portare nelle scuole, nelle biblioteche e nei luoghi della Memoria e l’allestimento di un Monologo teatrale, tratto dal manoscritto, da parte di Anna Luigia Autiero di Cantieri Meticci.

Tutti possono contribuire a dare voce alla Storia e mantenere viva la Memoria attraverso “Il diario di Dora” all’indirizzo: www.ideaginger.it/progetti/il-diario-di-d-o-r-a.html

➡️ Scarica il volantino della raccolta fondi QUI

Share
Consenso ai cookie GDPR con Real Cookie Banner